Risale al 1996, ed è un lavoro di Philippe Parreno per il Moma PS1 (a pag 18)

http://www.hangarbicocca.org/assets/Uploads/mostre/allegati/PPLibrinodigitaleIT02.pdf
 

- esempio di audioguida realizzata da Pia Camil per la sua stessa mostra per il New Museum:

http://www.newmuseum.org/audioguides
 

- mi sembra di capire che anche il Moma per le proprie guide audio interpelli curatori, artisti e altre persone:
http://www.moma.org/visit/plan/atthemuseum/momaaudio

 

-per restar più vicini:

https://events.unitn.it/50anni/progetto-audioguida

http://www.istoreco.re.it/default.asp?page=984,ITA

http://www.museodelnovecento.org/it/evento/opera-sonora-di-marzia-migliora

 

e addirittura Franky Hi Energy ci si è messo!
http://www.allmusicitalia.it/news/artune-la-prima-audioguida-emozionale-al-mondo-ideata-da-frankie-hi-nrg-che-coinvolgera-renga-elio-fiorella-mannoia-e-molti-altri.html

 

 

Nella mia personale esperienza:
Nostoi, progetto europeo di archeologia narrante e arti performative, per il quale, con il regista greco Michael Marmarinos, nel 2015 sono state usate audioguide, quelle solitamente destinate ai turisti, per guidare il pubblico in un percorso attraverso la necropoli di San Cerbone,

a Populonia.
http://fabbricaeuropa.net/events/6879/

 

Inoltre, per le mie ricerche, oltre ad aver studiato il metodo delle audioguide di alcuni musei, mi sono imbattuta nelle audioguide del Mudec, realizzate per i bambini e con la voce di bambini:
http://www.mumadvisor.com/recensioni/mudec


E per concludere, nel teatro o nella danza contemporanei sono in molti ad usare i mezzi audio per guidare o confondere il pubblico, vedi i giovani del Circolo Bergman,

in cui lo spettatore munito di cuffie è guidato in un percorso  attraverso un quartiere:
http://it.expoincitta.com/Calendario/Appuntamenti/Teatro-I--Circolo-Bergman---Werther--O-DellAssoluto.kl

 

o Cristina Rizzo,  anche se con un uso differente:

http://www.cristinarizzo.it/la_sagra_della_primavera_paura_e_delirio_a_las_vegas/presentazione.html